Sperimentazione di sistemi idroponici fin dal 1976

Cos'è l'idroponica?

 Cosa non è l'idroponica:

·         Un termine onnicomprensivo per la coltivazione indoor, benché sia un metodo superiore di coltivazione al chiuso

·         Coltivazione di piante sotto luci ad alta intensità, anche se è adatta a questa tecnica

·         Piante modificate geneticamente, i raccolti rendono comunque notevolmente di più che con i metodi di coltivazione tradizionali

 

Idroponica significa far crescere le piante senza usare terriccio.

La maggior parte dei nostri alimenti e dei nostri fiori sono coltivati idroponicamente perché in tal modo le piante crescono più rapidamente, sono più sane e si ottengono raccolti maggiori rispetto ai tradizionali metodi di coltivazione.

Anziché nel terriccio, le piante vengono messe a dimora in un substrato inerte (che non contiene nutrienti), per esempio un cubo di lana di roccia, ciottoli o cocco.

Le piante si alimentano quindi dei nutrienti disciolti nell'acqua (soluzione nutritiva). La soluzione nutritiva contiene tutti gli elementi di cui una pianta necessita per crescere bene e, pertanto, la pianta stessa utilizza tutta la sua energia per svilupparsi anziché per cercare acqua e nutrienti. Quest'ultimi vengono estratti dalla soluzione in misura minore o maggiore, in base alle necessità della pianta.

I coltivatori che si avvalgono dell'idroponica hanno il controllo totale sullo sviluppo delle loro piante. Conoscono esattamente la quantità di ciascun elemento che la pianta riceve, in modo da non lasciarla mai carente di nessuno. Aggiungendo diversi livelli dei vari elementi e nutrienti durante le differenti fasi del ciclo di vita della pianta, il coltivatore può anche accelerare lo sviluppo delle radici, stimolare o rallentare la crescita vegetativa, e avviare e migliorare la fioritura.

Il substrato della coltivazione idroponica, come le palline di argilla, il cocco o la lana di roccia, crea un'area radicale altamente ossigenata, mentre le tecniche idroponiche come l'NFT (Nutrient Film Technique, tecnica dei film di nutrienti) e l'aeroponica sono essenzialmente di tipo a "radici nude", in quanto lasciano le radici delle piante all'aperto per far loro assorbire quanto più ossigeno possibile.

Questa costante somministrazione di ossigeno, nutrienti e acqua velocizza la crescita della pianta comportando rese migliori.

Definizione di idroponica attiva e passiva

I sistemi idroponici possono essere "attivi" o "passivi".

Idroponica attiva

L'idroponica attiva produce le rese maggiori e automatizza la nutrizione e l'irrigazione delle piante. I sistemi attivi pompano la soluzione nutritiva direttamente alle radici e la parte che non viene usata dalle piante scorre via.

Le piante coltivate nei sistemi idroponici attivi hanno un accesso costante all'acqua e ai nutrienti in modo che ne abbiano sempre a sufficienza per crescere al loro ritmo ottimale. Le radici hanno inoltre un ottimo accesso all'ossigeno dato che il substrato di crescita non ha bisogno di assorbire o trattenere acqua e nutrienti.

I coltivatori commerciali preferiscono i sistemi idroponici attivi perché il carico di lavoro è notevolmente ridotto, le piante sono più sane e producono le migliori rese.

Nell'idroponica attiva la costante somministrazione di ossigeno, acqua e nutrienti comporta una crescita più rapida e più sana possibile, oltre che rese maggiori.

Idroponica passiva

Nei sistemi idroponici passivi la soluzione nutritiva viene messa a disposizione della pianta tramite l'azione capillare del substrato di crescita che circonda le radici, senza l'utilizzo della pompa.

Benché sia molto più efficace dei metodi di coltivazione tradizionale, l'idroponica passiva si basa sul substrato di crescita che assorbe l'acqua e pertanto riduce la quantità di ossigeno nell'area radicale rispetto all'idroponica attiva.

I coltivatori che desiderano un'introduzione semplice all'idroponica, eliminando così i problemi della coltivazione nel terriccio e dell'irrigazione manuale di vasi e vassoi, dovrebbero provare l'idroponica passiva.

I coltivatori che cercano crescita e resa massime dovrebbero sempre scegliere l'idroponica attiva.

Vantaggi dell'idroponica attiva

·         Ritmi di crescita più rapidi e rese maggiori: fa concentrare la maggior parte dell'energia della pianta su fogliame e fioritura.

·         Raccolto anticipato, quindi un maggior numero di raccolti durante l'anno.

·         Uso efficiente dell'acqua: nei sistemi idroponici a ricircolo non ci sono sprechi.

·         Rischio ridotto di irrigazione insufficiente o eccessiva: le piante la prelevano in misura minore o maggiore, in base alle loro necessità.

·         Pulizia e minima produzione di scarti.

·         Nessun parassita proveniente dal suolo: minori rischi di malattie e ridotto uso di pesticidi.

·         Controllo totale sullo sviluppo della pianta: il programma nutrizionale è ritagliato su misura del ciclo di crescita della pianta.